F1 e MotoGP, un nuovo circuito a due passi da Madrid

F1 e MotoGP, un nuovo circuito a due passi da Madrid

Un nuovo circuito a 40 chilometri dal centro di Madrid, da omologare per le gare di F.1 e MotoGP entro l’estate del 2023. È l’obiettivo del Comune di Morata de Tajuña - cittadina con poco meno di 6 mila abitanti a sud-est della capitale spagnola - che vuole costruire il nuovo tracciato in un terreno conosciuto localmente come ‘Calera de Anselmo’ (‘Fianco di Anselmo’). Già acquistato dalla società privata ‘Streammotorfire’ per 12 milioni di euro da pagare in due tranche, e “che venga aperto 280 giorni all’anno, non solo per eventi legati ai motori - ha commentato all’agenzia di stampa Efe il sindaco Ángel Sánchez - ma anche per concerti in estate. Siamo fiduciosi, questo sarà un circuito apprezzato dagli abitanti, anche quelli più scettici, e dal Consiglio comunale, perché il progetto darà vita alla nostra cittadina”.

LE SPESE FINO A 12 MILIONI DI EURO

—   Un’iniziativa di tipo privato con la previsione che tutte le pratiche burocratiche verranno risolte a metà del 2022, per poi procedere con i lavori. Il costo del progetto supererà i 12 milioni di euro: circa sette per la costruzione del circuito, poi altri cinque nell’adattare l’impianto a ospitare i test internazionali. “Sarà un punto di svolta per l’occupazione, l’economia dell’intera regione e la Comunità di Madrid - ha aggiunto Sánchez - perché comporterà la costruzione di negozi, hotel e ristoranti”. Il tracciato verrà costruito su 34 ettari di terreno (da terminare entro la prima metà del 2023), per poi aggiungerne altri 60 tra parcheggi, alberghi e altre strutture.

LA RICHIESTA A MADRID

—   Intanto dopo aver già chiesto la licenza edilizia al Comune di Morata, Streammotorfire si è rivolta alla Comunità di Madrid per ottenere una serie di verbali per la riqualificazione urbanista del terreno rustico, per poterlo poi classificare ai fini della dotazione. Fra non molto inizieranno le attività, che, secondo la proprietà che gestirà il tracciato, comporteranno i già citati 280 giorni di noleggio del circuito, indipendentemente dalle competizioni: “Ogni giorno passeranno un centinaio di persone - ha concluso il sindaco Sánchez - mentre nei fine settimana saranno mille e nei giorni di campionato circa 8 mila”.

MONTECARLO, VIA AI LAVORI

—   Intanto a Montecarlo la costruzione del circuito cittadino inizierà da lunedì prossimo, come annunciato dal governo locale del Principato. I lavori dureranno sette settimane e saranno compresi la riverniciatura della segnaletica orizzontale, il progetto di varie infrastrutture attorno alla pista e l’introduzione di restrizioni al traffico così da garantire che il circuito possa essere pronto per ospitare le tre gare stagionali: l’ePrix di Formula E dell’8 maggio, il GP storico del 23-25 aprile e la gara di Formula 1 prevista per il 23 maggio.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Formula-1/19-02-2021/f1-motogp-nuovo-circuito-due-passi-madrid-400822350794.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: