La Suzuki rally è un omaggio a Mir. E intanto Joan si scusa con Pecco…

La Suzuki rally è un  omaggio a Mir. E intanto Joan si scusa con Pecco…

AL RALLY DELLE ISOLE CANARIE LE SWIFT DEL TEAM “MOTOR IBÉRICA” SFRECCERANNO CON I COLORI BLU E ARGENTO DELLA GSX-RR GUIDATA DAL MAIORCHINO. CHE INTANTO SI SCUSA CON BAGNAIA PER IL “CONTATTO” A PORTIMÃO

Una vittoria, quella di Joan Mir, che non smette di far parlare. E non solo in MotoGP, ma anche nei rally. La nuova Swift R4LLY S - il prototipo R5 Suzuki costruito nella sede spagnola di La Coruña - gareggerà infatti questo weekend nell’ultimo appuntamento del campionato europeo Erc, il Rally delle Isole Canarie, con il blu e l’argento della GSX-RR che ha dato la vittoria nel campionato piloti del Motomondiale al maiorchino classe 1997, guidata anche dal suo compagno di squadra Alex Rins. Le due Swift del team “Suzuki Motor Ibérica”, con alla guida Joan Vinyes e Javier Pardo, sfrecceranno così con i colori che hanno portato nella storia Mir a soli 23 anni, precisamente 15 giorni dopo l’ultimo appuntamento: il “rallyshow” di Madrid al circuito di Jarama.

UN PO’ DI MOTOCROSS, ASPETTANDO IL 2021

—   Intanto Mir non si ferma. E tra comparsate in tv e festeggiamenti post-campionato, è tornato a divertirsi insieme agli amici in sella a una moto da cross, documentando il tutto con foto e stories sul suo profilo Instagram. Come aveva anche commentato nel post del GP di Portimão: “Ora che il Mondiale è finito, non vedo l’ora di fare motocross. La vita di un pilota in inverno? È completamente diversa. Cercando di restare calmo per arrivare forte l’anno prossimo. È stata una stagione breve, ma molto intensa, quindi credo che tutti meritiamo una pausa”. Con una lotta per bissare il titolo conquistato nel GP-bis di Valencia più ardua che mai, dato il ritorno nel 2021 dell’otto volte iridato Marc Márquez.

BAGNAIA, LA SPALLA FUORIUSCITA E LO SFOGO SU FACEBOOK

—   Nonostante un problema elettronico che non lo ha fatto andare oltre il 20° posto in qualifica a Portimão, lo stesso Mir è finito al centro dell’attenzione in un weekend da dimenticare. Un altro guasto alla moto, diverso da quello del sabato, lo ha portato al ritiro nonostante l’ottima partenza in gara. Forse dovuto ai contatti con Pecco Bagnaia e Johann Zarco. E l’urto violento per la troppa foga di rimontare ha fatto uscire una spalla destra al torinese (una sublussazione che ha escluso fratture), costringendolo al ritiro subito dopo: “Sono incredulo e arrabbiato, non era questo che mi aspettavo dall’ultima gara della stagione - ha scritto Bagnaia in un post su Facebook - Io quando salgo in moto do il mio 100% sempre e nonostante i problemi. A causa di un contatto con Mir al primo giro mi è uscita la spalla e ho avvertito subito un dolore fortissimo che mi ha costretto a ritirarmi, dopo solo 3 curve”. E ancora: “Chiudo il 2020 con l’amaro in bocca per le occasioni perse, ma con la consapevolezza che tutto questo è servito per farmi crescere, come pilota e come persona. Sono già pronto e focalizzato su quelli che sono i miei obiettivi per il 2021 e comincerò a lavorare fin da subito”.

LE SCUSE DI JOAN A PECCO

—   Così, a poche ore di distanza, sono arrivate le scuse di Mir: “Vorrei scusarmi con Pecco perché sono stato troppo aggressivo all’inizio - dice il pilota Suzuki - A volte critico queste manovre e domenica le ho fatte io; non sono stato sporco, ma non è stata una bella mossa. L’adrenalina dei primi giri mi ha portato ad essere estremamente veloce, poi ho avuto due contatti con Bagnaia e Zarco. Non so quale dei due abbia causato il guaio, ma a volte avevo controllo di trazione e altre no”. Contatti che hanno costretto lo spagnolo al ritiro per problemi tecnici alla sua GSX-RR numero 36: “La situazione era davvero pericolosa - conclude Mir - mi sono preso anche grandi rischi. Giro dopo giro la gomma si è usurata e il problema è aumentato: non potevo fare altro che ritirarmi”.

25 novembre - 11:49

Fonte: https://www.gazzetta.it/automobilismo/rally/25-11-2020/motogp-suzuki-rally-omaggio-mir-intanto-joan-si-scusa-pecco-3901134585326.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: