Nostalgia di vecchia Dakar? Nella Classic in azione i mezzi di Anni '80 e '90

Nostalgia di vecchia Dakar? Nella Classic in azione i mezzi di Anni '80 e '90

Così come per la Formula 1 e le classi 500 e 250 del Motomondiale, anche per la Dakar esiste uno zoccolo duro di nostalgici che rimpiangono le competizioni, i piloti e soprattutto i veicoli di una volta: per cercare di soddisfare i loro appetiti la prossima edizione della Dakar (dal 3 al 15 gennaio in Arabia Saudita) vedrà al via 24 veicoli che hanno fatto la storia di questa competizione. La nuova categoria si chiama Dakar Classic ed è riservata alle auto e ai camion che hanno corso la Dakar dal 1979 al 2000.

ALTRO PERCORSO

—   Poiché questi veicoli, anche i migliori, sfigurerebbero con quelli attuali, oltre a non soddisfare i requisiti minimi di sicurezza previsti dagli organizzatori, non disputeranno lo stesso tracciato degli altri veicoli in gara. Anch’essi affronteranno 12 tappe, ma la lunghezza di ciascuna sarà compresa tra i 200 e i 300 km, decisamente inferiori rispetto alle tappe dei veicoli moderni, chiamati a tappe fino a 813 km (come la quarta da Wadi Ad Dawasir a Riad). Della definizione del percorso si è occupato Yves Loubet, specialista di veicoli storici, insieme ad Alain Lopes, copilota in molte edizioni degli Anni ‘80. Hanno disegnato un percorso in funzione della potenza e delle caratteristiche tecniche dei veicoli, così da evitare loro problemi meccanici e surriscaldamenti dei motori. A tal proposito ci saranno poche dune e non in successione. Inoltre in occasione della tappa marathon di Sakaka avranno un bivacco esclusivo, in stile anni Ottanta con fuoco da campo e comfort spartano.

CONTA LA REGOLARITÀ

—   Potremo così ammirare Volkswagen Iltis (grande ispiratrice dell’Audi Quattro), Baja, e Apal, Porsche 911 SC 3.0, Skoda LR130, Mitsubishi Pajero e Montero V6, Mercedes G-320, Range Rover 3.9, Toyota Land Cruiser e Peugeot 504 Pick Up. Ma soprattutto un Buggy Sunhill che prese parte alla prima edizione della Dakar nel 1979, anche se fu costretto al ritiro in Niger, per la rottura di uno scambiatore di colore. Il pick up Peugeot è invece datato 1982, dispone di un motore da 70 cavalli e due ruote motrici: è stato comprato ad ottobre per 1.200 euro e sarà guidata da Roberto Camporese con Umberto Fiori come navigatore: avranno i ricambi nel cassone, un modo di vivere l’avventura con lo spirito delle origini. La loro non sarà una gara di velocità, ma di regolarità perché per la Dakar Classic la classifica è stilata sul rispetto delle velocità medie, differenziate per tipologia di terreno.

Fonte: https://www.gazzetta.it/automobilismo/rally/28-12-2020/dakar-classic-azione-mezzi-anni-80-90-3902032549923.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: