Rins, Miller, Zarco e Gardner dalla MotoGP allo Zipline: la discesa in tuta e casco

Rins, Miller, Zarco e Gardner dalla MotoGP allo Zipline: la discesa in tuta e casco

Sono trascorsi 25 anni dall’uscita del brano “I believe I can fly” di R. Kelly. Una canzone divenuta subito famosissima, nonché colonna sonora di “Space Jam”, il film in cui Michael Jordan è il protagonista della partita di basket più celebre dei cartoni animati. Nel finale, il mito dei Chicago Bulls realizza il canestro decisivo spiccando il volo in una scena iconica. Chissà se avranno pensato a questo pezzo anche quattro piloti del Motomondiale. Infatti Alex Rins, Johann Zarco, Jack Miller e Remy Gardner sono riusciti a volare per davvero prima del GP di Aragona.

ESPERIENZA

—   I top riders hanno sperimentato la bellezza del volo grazie alla Zipline, ossia un cavo d’acciaio posto tra due punti a cui ci si può agganciare con speciali imbracature per scendere sospesi nel vuoto. Una sensazione unica per chi non soffre le altezze elevate. Curiosamente il quartetto si è presentato nella rampa di lancio mantenendo lo stesso abbigliamento dei weekend di gara: tuta della rispettiva squadra e casco.

DIVERTIMENTO

—   La velocità non ha assolutamente spaventato i protagonisti, che hanno cercato la massima aerodinamicità mantenendo le braccia dietro alla schiena. Chi è apparso maggiormente a suo agio è stato Rins, rapidissimo nella sua discesa. È stato lui a risultare il più veloce, conquistando questa sfida così particolare. Anche gli altri colleghi comunque non hanno affatto sfigurato, come dimostrano le immagini postate dal profilo ufficiale della MotoGP. Sul podio ideale sono saliti Miller e Zarco, festeggiando con lo spumante, come avviene solitamente nel circuito dopo una gara. Per una volta, pur senza guidare una moto, la pista non è sembrata affatto lontana.

Fonte: https://www.gazzetta.it/fitness/allenamento/17-09-2021/rins-miller-zarco-gardner-motogp-zipline-discesa-tuta-casco-4201262184851.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: