Aprilia 2022: Viñales-Espargaro, e Dovi collaudatore. Il futuro che piace a Noale

Aprilia 2022:  Viñales-Espargaro, e Dovi collaudatore. Il futuro che piace a Noale

Viñales che lascia la Yamaha a fine 2022, un Dovizioso pronto a nuove sfide e tante posizioni aperte in MotoGP. I grandi punti di domanda e il motomercato in subbuglio continueranno a far parlare di Motomondiale anche nel corso della lunga pausa estiva fino a inizio agosto. Quale sarà il futuro di Maverick? E quello di Dovizioso? Niente è ancora confermato, ma questi due talenti potrebbero essere l’asso nella manica di Aprilia per la prossima stagione. Ecco perché a Noale non vogliono farseli sfuggire.

DOVI C’È O NON C’È?

—   Parlare di rapporto tra Andrea e Aprilia, è forse un po’ prematuro. Più corretto dire che si stanno ancora frequentando. Infatti, il pilota forlivese ha provato la RS-GP 21 in tre occasioni: prima a Jerez, poi al Mugello e infine a Misano. Test per capire la moto, valutarne il potenziale e aiutare gli ingegneri con un parere in più, di uno che prima di “abbandonare le corse” se la giocava carena contro carena con Marc Marquez. Dovizioso, però, non sa ancora cosa fare del suo futuro. Strano parlare di un rientro nel Motomondiale, ma non da scartare (ancora) totalmente. A prescindere dalle sue grandi doti da pilota, Andrea non sembra totalmente convinto e forse è più propenso a un futuro da collaudatore. Aprilia ha quindi alzato le antenne: un ex pilota, di talento e vincitore fino allo scorso anno è ciò che serve per fare la differenza anche al di fuori delle corse. A Noale piacerebbe tanto questa ipotesi e, anche se la decisione ultima è nella mani del romagnolo, l’ingresso del Dovi in squadra come “terzo” potrebbe essere il primo mattoncino per una stagione che la casa veneta sta aspettando dal 2015.

MAVERICK VIÑALES, IL TOP RIDER

—   Per vincere in MotoGP serve una moto competitiva e la RS-GP 21, visti gli ultimi risultati, sta dimostrando di che pasta è fatta. Aprilia ha lavorato duramente e ha investito tanto per fare il grande step in classifica e ormai la top 5 non è più abbastanza. Aleix Espargaro è un pilota d’esperienza, veloce, affidabile. Ma in squadra ci vuole un big, uno di quelli che i giapponesi non si fanno scappare da anni. Uno di quelli come Maverick Viñales, che però è appena sfuggito dalle mani di Yamaha. La squadra di Noale non si nasconde e l’amministratore delegato Massimo Rivola lo conferma: “L’abbinamento Aprilia-Viñales sarebbe bellissimo. Mi piacerebbe molto averlo con noi”. Il numero 12 serve ad Aprilia e Aprilia potrebbe servire al numero 12 per rinfrescare il suo talento e fargli ritrovare la stessa motivazione che aveva in Suzuki nei suoi primi due anni in top class. Per il 2022, lo spagnolo valuterà le offerte che gli sono state messe in mano , ma siamo certi che tra le proposte di ingaggio ci sarà anche quella di Noale.

ALEIX ESPARGARO, L’ESPERIENZA CHE SERVE

—   Nessuno come il numero 41 conosce la RS-GP. Lo spagnolo guida e sviluppa la il prototipo di Noale dal 2017. Cinque stagioni complete a fine 2021 e la successiva già confermata da contratto. In squadra ci vuole un pilota come lui che, oltre al forte legame con la moto, nelle ultime gare si è avvicinato tantissimo al podio e ha portato a casa ottimi risultati a conferma del potenziale del collaudato progetto. In questi anni, però, ha dovuto fare un po’ “tutto da solo”. È il pilota di punta ma, oltre ad andare veloce in gara, deve anche pensare allo sviluppo. Infatti, Aprilia è l’unica a non avere un test team all’altezza dei binomi Pirro-Ducati, Bradl-Honda, Crutchlow-Yamaha, Guintoli-Suzuki e Pedrosa-Ktm. Aleix non sembra demotivato dall’arrivo di un grande come Viñales, anzi. I due spagnoli sono già stati compagni di box con la azzurra di Hamamatsu nel 2015 e nel 2016 e, come conferma il numero 41: “Ho lavorato benissimo con lui per migliorare la moto, in Aprilia saremmo una squadra da sogno”. In più, con Dovizioso tester si è già interfacciato, con esiti molto positivi. Per il 2022, in Aprilia ci sono tutte le possibilità di mettere insieme il dream team, non solo per i nomi, ma anche per lo spirito, la grinta, la velocità e la voglia di crescere di ogni singolo pilota. E la squadra di Noale questa occasione non vuole farsela sfuggire.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Moto/moto-GP/29-06-2021/aprilia-motogp-2022-vinales-espargaro-dovizioso-collaudatore-noale-piace-4102362315725.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: