Aprilia, Savadori dimesso dopo l'intervento: “Può programmare il rientro“

Aprilia, Savadori dimesso dopo l'intervento: “Può programmare il rientro“

Dimesso e pronto, nei prossimi giorni, a iniziare il programma di riabilitazione. Il pilota dell’Aprilia, Lorenzo Savadori, può tornare a casa dopo l’intervento per la frattura del malleolo mediale della caviglia destra. L’operazione, perfettamente riuscita, è stata eseguita all’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma dal professor Francesco Pogliacomi e dai dottori Luca Guardoli ed Emanuele Ciccarone, membri dell’equipe della Clinica Ortopedica, diretta da Enrico Vaienti. Ha presenziato anche il dottor Michele Zasa, direttore Sanitario della Clinica Mobile.

UN’ORA E 15’

—   “L’intervento è durato circa un’ora e un quarto e abbiamo già programmato con i fisioterapisti il percorso post operatorio, in modo da permettergli nel più breve tempo possibile di risalire sulla sua moto”, hanno spiegato i chirurghi Pogliacomi e Guardoli che da anni collaborano con la Clinica Mobile.

RIABILITAZIONE

—   Già nei prossimi giorni Lorenzo Savadori inizierà quindi un percorso di riabilitazione che gli consentirà di poter essere pronto per la ripresa dell’attività sportiva: per lui il rientro in pista sull’Aprilia dovrebbe essere previsto per il GP di Silverstone del 29 agosto, saltando quindi il GP d’Austria di Ferragosto.

LA CADUTA E LE FIAMME

—   Lorenzo Savadori è caduto nel corso del 3° giro del GP di Stiria alla curva 3 della pista austriaca del Red Bull Ring: fatale per lui l’impatto con la Ktm di Dani Pedrosa, rimasta in traiettoria dopo che lo spagnolo era scivolato pochi istanti prima. L’incidente è stato brutto anche perché nell’impatto le due moto hanno preso fuoco per la benzina riversatasi sull’asfalto dopo la collisione: immediata l’interruzione della corsa con l’esposizione della bandiera rossa.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Moto/moto-GP/10-08-2021/motogp-aprilia-lorenzo-savadori-dimesso-l-intervento-malleolo-420340898414.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: