Dalla MotoGP alle sfilate di moda: Elias debutta a Pitti Uomo 2022

Dalla MotoGP alle sfilate di moda: Elias debutta a Pitti Uomo 2022

Dai più famosi circuiti del mondo alle sfilate di moda: uno strano percorso per un pilota di moto, categoria che tende a riciclarsi “nel giro” dopo la dismissione di tuta e casco. Eppure Toni Elias ha scelto di provarci, cambiando totalmente aria e gettandosi in una sfida completamente diversa: l’ex pilota di MotoGP e Superbike, primo Campione del Mondo Moto2 nel 2010, ha lanciato la sua linea di scarpe Elias024, brand che lo vede collaborare con la sorella Laurea Elias e che ha nel Made in Italy uno dei suoi punti di forza. Toni, 39 anni il prossimo marzo e una carriera appena conclusa nella Sbk americana, ha scelto proprio l’Italia per il suo esordio nel mondo della moda: il debutto dello spagnolo nella sua nuova veste di stilista è avvenuto in occasione dell’edizione 2022 di Pitti Immagine Uomo, una delle più importanti rassegne italiane del settore che si è svolta a Firenze dall’11 al 13 gennaio.

ELIAS E IL MARCHIO DI LUSSO

—   La “matita” dietro al progetto è quella di Laura, anche se a metterci la faccia è il pilota catalano, Ceo e Creative Director di Elias024. Il brand si rivolge a entrambi i sessi, con prodotti che unendo eleganza e sportività puntano a conquistare il mercato del lusso: servono più di 1.000 euro, infatti, per il modello di punta, che come gli altri prodotti della gamma presenta qualche richiamo al mondo moto (gli inserti in gomma nella parte posteriore, ad esempio, rimandano al disegno del battistrada degli pneumatici). Come sopra accennato le calzature sono prodotte in Italia, e più precisamente in Campania: “La scelta dell’Italia non è casuale” ha spiegato Toni a TechArtShoes “è il Paese per antonomasia dell’eccellenza calzaturiera, è qui che le migliori scarpe vengono realizzate artigianalmente per poi finire nelle vetrine più esclusive. La qualità, i materiali, la passione e l’amore che si riconosce nelle calzature di produzione italiana sono note in tutto il mondo. L’Italia è unica in questo settore”.

MADE IN ITALY

—   Fondamentale è stato l’incontro con Massimiliano Rossi, Ad della Zeis Excelsa, come lo stesso Elias ha raccontato ai microfoni de La Provincia di Fermo . “La svolta me l’ha data Massimiliano, un amico vero, conosciuto nel 2011 in MotoGP. Ci siamo confrontati e mi ha portato in Campania dove ho trovato l’azienda produttrice della linea da uomo. Ci siamo subito intesi”. Anche la sua esperienza nel mondo delle corse, tuttavia, ha giocato un ruolo importante: “Senza dubbio il mio background, la mia infanzia e soprattutto la mia famiglia, hanno influito prima nella mia carriera da pilota e ora nella creazione di Elias024. Siamo motociclisti da tre generazioni: insieme alla mia famiglia sono cresciuto nei circuiti di gara, sommerso da moto, tute in pelle, caschi e abbigliamento tecnico performante. Per queste ragioni oggi riesco anche a guardare con occhi attenti anche all’aspetto stilistico”.

LA CARRIERA

—   Esordiente nel 1999 nelle vesti di wild card, Toni ha iniziato a correre stabilmente nella 125 iridata l’anno seguente, con la Honda “italiana” del team Matteoni. Le prime vittorie nella ottavo di litro arrivano nel 2001, poco prima del salto in 250: prima con Aprilia e poi con Honda è uno dei principali protagonisti della middle class di quegli anni, con sette successi dal 2002 al 2004. Il passaggio in MotoGP, datato 2005, non gli riserva le stesse soddisfazioni, e a dispetto di alcune buone prestazioni - su tutte la vittoria ad Estoril 2006 con la Honda Gresini - a fine 2009 è costretto a retrocedere nella neonata Moto2. Ma con questo “declassamento” arriva anche l’alloro mondiale, il primo della storia di questa categoria nella quale Toni rimarrà un po’ a singhiozzo per ulteriori quattro anni, alternando qualche altra apparizione in MotoGP. Tra il 2013 e il 2014 milita nel Mondiale Superbike, prima di fare un biglietto di sola andata per gli Stati Uniti: destinazione Motoamerica. Oltreoceano Toni ritrova la sua dimensione, vincendo molte gare con la Suzuki e aggiudicandosi il titolo 2017 con lo storico team Yoshimura. A fine 2020 Elias annuncia il ritiro, ma nel 2021 ritorna in pista per sette gare ottenendo anche due podi. Nel frattempo, però, c’è un altro progetto all’orizzonte, un altro sogno che prende piede: l’Elias pilota lascia spazio all’Elias imprenditore.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Moto/moto-GP/21-01-2022/toni-elias-motogp-sfilate-moda-debutto-pitti-uomo-2022-430914593132.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: