Ducati, la forza del gruppo: “Essere veloci in tre è un'opportunità da cogliere“

Ducati, la forza del gruppo: “Essere veloci in tre  è un'opportunità da cogliere“

Lo squadrone Ducati affronta il GP di Germania con un po’ di prudenza, visto che il Sachsenring non pare il circuito più adatto alla Desmosedici. Le parole di Francesco ‘Pecco’ Bagnaia lo chiariscono bene: “Mi aspetto un GP difficile, sia perché la pista non è la migliore per la Ducati, sia perché è un circuito dove io non mi trovo per nulla - dice Pecco -. La moto, però, riusciamo sempre ad adattarla in qualche modo, mentre credo che io farò molta fatica perché è un tracciato che non gradisco: qui è difficile gestire il grip delle gomme perché non vanno consumate molto sul lato sinistro dove ci sono la maggior parte delle curve e non è facile”.

ATTENZIONE A MARQUEZ

—   Bagnaia punta su un nome in Germania: Marc Marquez: “Per me è il favorito - dice Pecco -, perché a Barcellona è andato forte e nei test pure, è al 100% e su questa pista si trova alla perfezione”. Anche per Johann Zarco, ducatista del box Pramac, Marc merita di essere seguito con attenzione: “Marquez qui in passato ha dimostrato di aver vinto di motore e credo che possa finire sul podio. Piuttosto, avendo lui nulla da perdere noi dovremo stare attenti a fare bene i nostri calcoli”.

ZARCO E LE CHANCE

—   Johann Zarco, secondo nel mondiale, però è più ottimista sulle chance della Ducati in Germania: “Leggiamo che non è il tracciato migliore per la Ducatii, ma non sono del tutto d’accordo perché abbiamo qualcosa che può farci andare forte pure qui. Mi piace l’atmosfera di questo posto, le statistiche (la Ducati non vince qui dal 2008) non dicono tutto, ma credo che avremo un buon feeling. Le penalità dello steward panel? C’è spesso troppo tempo fra infrazione e sanzione…”.

TRIO DUCATI, UN’OPPORTUNITÀ

—   Uno dei temi caldi del mondiale è la sfida fra il gruppo delle Ducati contro Fabio Quartararo, visto che in classifica sono ben tre le Desmosedici alle spalle del francese della Yamaha: un fattore che potrebbe far pensare alla difficoltà di attuare un gioco di squadra, al momento. Zarco però vede la cosa sotto un altro punto di vista. “La Ducati ha l’occasione di poter vincere con tutti e tre i suoi piloti: in squadra c’è una bella atmosfera, non siamo ancora al punto di poterci aiutare a vicenda, ma questa di essere competitivi in tanti va vista come un’opportunità. Fra di noi c’è un bel clima: parliamo, siamo intelligenti ed è una dimensione molto costruttiva, da sfruttare”.

PIÙ È FORTE, MEGLIO È

—   Jack Miller, terzo nel mondiale, vede la cosa dalla stessa prospettiva: “Più la Ducati è forte, meglio è per noi perché tutti avranno la chance, a fine stagione, di diventare il pilota che verrà sostenuto dagli altri ed è una cosa importante”, dice l’australiano di Borgo Panigale. Jack sulle chance in Germania si esprime poi così: “È una pista divertente e unica, ha una sua tipologia ed è bello cambiare. Ogni pista può essere migliore o peggiore per una moto: qui ad esempio ci sono pochi cambi di direzione ed è un bene, ma dobbiamo trasformare un tracciato non da Ducati in uno che sia un po’ buono pure per noi. Le sanzioni inflitte? Nessuno ama l’arbitro, ma tutti sappiamo che le sanzioni ci sono”.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Moto/moto-GP/17-06-2021/motogp-zarco-miller-ducati-tre-piloti-veloci-opportunita-cogliere-4102059863653.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: