È il mese dei campioni: che candeline saranno per Rossi, Marquez e Rea?

È il  mese dei campioni: che candeline  saranno per Rossi, Marquez e Rea?

È il mese più breve dell’anno. Eppure, in ventotto giorni, febbraio ha saputo offrire una gran quantità di talenti, specialmente nel mondo del Motorsport. Curiosamente, infatti, i primatisti degli ultimi anni sono nati tutti nello stesso periodo. Da Valentino Rossi e Marc Marquez fino a Jonathan Rea: i dominatori più o meno recenti in MotoGP e Superbike si preparano a festeggiare i rispettivi compleanni con prospettive molto diverse tra loro.

DIFESA DEL TRONO

  Tra i tre fenomeni, in pole position per spegnere le candeline c’è Jonathan Rea, il 2 febbraio. Il sovrano indiscusso delle derivate dalla serie, dove vince il titolo da 6 anni di fila, compirà 34 anni e fra i festeggiamenti con la moglie Tatiana e i figli Jack e Tyler e i giochi con il cane Brno, starà pensando a come farsi il regalo più ambito: il settimo mondiale consecutivo. In questo modo, il nordirlandese andrebbe a eguagliare la striscia di Giacomo Agostini in 350 e 500. Nel 2021 partirà nuovamente da favorito, ma non mancano le incognite. Nell’ultimo biennio, infatti, Ducati e Yamaha hanno messo in mostra una crescita interessante. Borgo Panigale è diventata più consistente grazie a Scott Redding, mentre la Casa giapponese punterà sulla guida spettacolare di Toprak Razgatlioglu. E poi Rea dovrà testare la competitività della nuova Kawasaki. Sarà ancora la moto pressoché perfetta degli ultimi anni o mostrerà qualche pecca di gioventù?

RISCATTO

  Poi, il 16 febbraio, toccherà a Valentino Rossi gustarsi la torta di compleanno. Il Dottore compirà 42 anni e sarà atteso da una stagione cruciale in MotoGP. Dopo otto campionati consecutivi con il team ufficiale Yamaha, il nove volte iridato è passato al team Petronas della casa di Iwata, scambiandosi la sella con l’emergente Fabio Quartararo. Se ne avesse l’opportunità, il pacco regalo più ambito da Rossi sarebbe il riscatto dopo l’ultima annata disastrosa. Il 2020 gli ha negato troppe volte il sorriso, tra le cadute, lo stop per il Covid e un 15° posto nel mondiale che grida vendetta. Il ritorno sui suoi livelli lo aiuterebbe a valutare al meglio le scelte per il futuro, sempre in bilico fra appendere il casco al chiodo o allungare di un altro anno la sua sontuosa carriera.

DUBBI

  Dal compleanno di Rossi lo separano solo 24 ore, ma i propositi di Marc Marquez non sono troppo diversi. Per l’otto volte campione del mondo sarà sicuramente una ricorrenza diversa da quelle del passato. Tutta colpa dell’omero destro fratturato a Jerez a luglio e non ancora ripresosi pienamente. Lo spagnolo, prossimo ai 28 anni, spera di riuscire a regalarsi un sorriso, togliendosi il tutore che lo accompagna ormai da otto mesi e cercando di intravedere tempi più o meno certi per rimettersi tuta e casco, tornare in pista e risalire in sella alla sua Honda. Il suo desiderio più grande sarà senz’altro questo: ritrovare la forma fisica e riprendere quel discorso interrotto con la Honda. Quando era tutto perfetto e, insieme, dominavano il mondo.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Moto/moto-GP/01-02-2021/febbraio-campioni-che-compleanno-sara-rossi-marquez-rea-400311901083.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: