Evenepoel ha paura dopo la caduta, la Deceuninck Quick-Step pensa a Crutchlow...

Evenepoel ha paura dopo la caduta, la Deceuninck Quick-Step pensa a Crutchlow...

Il primo anno da ex pilota di Cal Crutchlow si sta rivelando estremamente ricco di impegni. L’inglese è un tester instancabile di Yamaha e, con il suo lavoro nelle prove invernali, ha permesso a Fabio Quartararo e Maverick Vinales di disporre di un’ottima base di partenza in vista della stagione. A questo ruolo, però, il campione Supersport nel 2009 potrebbe affiancare anche una nuova mansione, quella di aiutante di Remco Evenepoel, il baby talento belga della Deceuninck Quick-Step.

L’IDEA

—   Il ciclista, infatti, è ancora alle prese con la difficile convalescenza per i postumi del Giro di Lombardia 2020, quando cadde in discesa e si fratturò il bacino. Oltre al guaio fisico, l’incidente sembra aver incrinato le certezze di Evenepoel in sella. Da qui l’idea del suo team di rivolgersi a uno specialista nella guida ad alta velocità. Crutchlow lo ha spiegato ai microfoni dell’emittente belga Sporza: “Mi incontrerò con la squadra nelle prossime settimane e poi vedremo. Sono pronto ad aiutare quando possibile. Sarebbe un privilegio poter lavorare con un corridore simile”.

VALUTAZIONE

—   Dunque l’ipotesi di una collaborazione è plausibile, anche se non ancora certa. Sicuramente ci sarà un incontro tra Crutchlow ed Evenepoel per capire se e come sarà opportuno muoversi: “Dovrò vedere come se la cava in discesa. Non è ancora chiaro se sia effettivamente necessario il mio aiuto. Dopo un infortunio così grave ci vuole del tempo per riprendersi. Al Giro d’Italia non ha commesso gravi errori, cadere fa parte del ciclismo. Se ha davvero bisogno di un aiuto extra dovrà arrivarci da solo, senza perdere fiducia nelle sue capacità. Io non lo spingerò mai a superare il limite”.

GLI AIUTI A THOMAS E CAVENDISH

—   Per Crutchlow non si tratta della prima volta. Infatti, durante gli allenamenti svolti insieme, ha fornito alcuni consigli a campioni delle due ruote non motorizzate come Geraint Thomas e l’amico Mark Cavendish. Ora non resta che attendere per scoprire se si concretizzerà la nuova avventura professionale.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Moto/moto-GP/17-06-2021/evenepoel-ha-paura-la-caduta-deceuninck-quick-step-pensa-crutchlow-aiutarlo-4102036499935.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: