GP Francia, Quartararo e il nuovo look: porta in pista l’amore per l’arte

GP Francia, Quartararo e il nuovo look: porta in pista l’amore per l’arte

Il Gran Premio di casa è un appuntamento per ogni pilota. L’atmosfera casalinga stuzzica la fantasia e suggerisce look particolari. A Fabio Quartararo non manca l’inventiva, il francese della Yamaha è noto per la sua vena artistica. Nel tempo libero si cimenta nel disegno ed è molto amico di pittori e musicisti. Tra questi c’è anche Jisbar, esponente della pop art, che allo stesso Quartararo ha dedicato UNA RIVISITAZIONE DELLA GIOCONDA, diventata di colpo sua tifosa. Quartararo aveva promesso una sorpresa per il GP Franci e così è stato: colori di guanti e stivali diversi per celebrare l’amore per i colori e l’arte.

COLORAZIONE

—   Dalla frequentazione con Jisbar è nata l’ultima trovata di Fabio. Guanto e stivale destro sono completamente blu, mentre i corrispettivi sinistri hanno il rosso come colore principale. Le due tinte sono ben abbinate con il casco, la tuta e la moto di Quartararo, ma questa combinazione ha un significato molto più profondo.

SPIEGAZIONE

—   Sui social, Alpinestars, azienda italiana produttrice di accessori tecnici di sicurezza per moto e auto da corsa, ha fornito la spiegazione a questo abbinamento cromatico: il blu simboleggia l’amore più puro, mentre il rosso ricorda l’arte nella sua forma di pazzia, come suggerisce la faccetta rossa raffigurante il diavoletto, come è soprannominato Fabio. La combinazione “Love-Art” rispecchia un valore importante del mondo di Quartararo. Insomma più che un omaggio alla Francia, comunque ricordata con una piccola bandiera, è un racconto delle proprie passioni. E indirettamente è anche un messaggio ai suoi sostenitori, invitati a prestare attenzione alla vena artistica. Chissà se questa comunicazione farà centro anche tra i fans.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Moto/moto-GP/16-05-2021/motogp-francia-fabio-quartararo-nuovo-look-che-celebra-l-amore-l-arte-4101065917216.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: