Il futuro di Valentino Rossi si decide oggi: tre gli annunci possibili

Il futuro di Valentino Rossi si decide oggi: tre gli annunci possibili

Il GP di Stiria si apre con la bomba: alle 16.15, Valentino Rossi parlerà in una conferenza stampa eccezionale organizzata direttamente da Dorna, quindi ci fa pensare a una dichiarazione più ampia e “politica” rispetto a quello che si potrebbe fare davanti ai microfoni del team Petronas. Il futuro del numero 46 si deciderà proprio oggi e gli annunci possibili sono tre: è arrivata la sofferta decisione del ritiro dopo 25 anni di carriera? Oppure il campione di Tavullia asseconderà le volontà del principe saudita e ufficializzerà la partecipazione al Motomondiale 2022 come pilota del team VR46? O ancora, verrà finalmente confermato l’accordo tra la squadra del Dottore e Aramco, con tanto di annuncio dei due rider che correranno il prossimo anno? Cerchiamo di analizzare questi tre importanti scenari che, in modo diverso, andranno a definire il futuro di Rossi all’interno del circus della MotoGP.

L’AGOGNATO RITIRO

—   È da inizio stagione che Valentino Rossi risponde alle domande della stampa riguardo al suo futuro: “continuerai o ti ritirerai?” Senza troppe incertezze, il Dottore ha sempre ribattuto che la risposta sarebbe arrivata dai suoi risultati in gara. Già, perché il numero 46 non vuole correre per correre, ma per vincere. Siamo però al giro di boa e qualche somma, basandoci esclusivamente sui numeri, la possiamo tirare. Miglior piazzamento, 10° al Mugello; quattro volte a punti su nove gare; tre ritiri e due zeri. 17 punti accumulati e 19esima posizione in campionato. Il 2021 è in assoluto il peggior inizio di stagione nella carriera di Valentino Rossi e, a prescindere dalle difficoltà a trovare il feeling con la sua M1 e al livello, sempre più alto, dei suoi avversari, i numeri suggeriscono al numero 46 di mettere fine alla sua carriera agonistica (in MotoGP).

ROSSI PILOTA CON IL SUO TEAM

—   Nel 2022 il team VR46 ci sarà e schiererà in griglia due Ducati. Il principe saudita vuole Valentino in sella, ma la conferma del Dottore non è mai arrivata. Fino ad ora, forse. Sarebbe una scelta più che lecita se analizziamo la situazione. Infatti, Rossi non è solo pilota, anzi. Oggi più che mai è anche personaggio che si trascina dietro un business molto importante per Dorna, VR46 e Tanal Entertainment Sport&Media (la holding del principe Al Saud). Ecco quindi che una possibile presenza in pista, con il casco, del Dottore potrebbe essere la quadra per lanciare nel miglior modo possibile questo progetto, che dovrebbe avere una durata di almeno cinque anni. Inoltre, dal punto di vista puramente sportivo, un ritorno (con tanto di rivincita) sulla moto di Borgo Panigale, oggi veloce e competitiva, potrebbe dargli la giusta spinta e motivazione per chiudere la sua carriera in doppia cifra.

LA CONFERMA (UFFICIALE) DELL’ACCORDO

—   A fine aprile l’annuncio della partnership, poi i rumors riguardo ai dubbi sull’accordo tra VR46 e Aramco. Attorno alla questione “team Rossi” alleggiano tantissimi punti interrogativi, che finalmente potrebbero trovare risposta. Un annuncio ufficiale da parte di Valentino e del principe ai microfoni di Dorna, e la definizione della questione piloti. Morbidelli sembra essersi (finalmente) aggiudicato una sella in Yamaha ufficiale dopo l’addio di Maverick Viñales. Franco se lo merita e Valentino Rossi è contento così. Le due Ducati marchiate VR46, quindi, potrebbero andare nelle mani di Luca Marini che, anche se con il supporto di Avintia, veste già quest’anno i colori del fratellastro maggiore, e del giovane Marco Bezzecchi, protagonista in Moto2 che sogna la top class. Questa è un’ipotesi, comunque condizionata dalla decisione del campione di Tavullia, che potrebbe comunque continuare con un’altra squadra per lasciare spazio ai giovani talenti dell’Academy.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Moto/moto-GP/05-08-2021/valentino-rossi-annuncia-suo-futuro-motogp-o-ritiro-420200278160.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: