La Procura di Firenze dà l’ok: la salma di Dupasquier torna in Svizzera

La Procura di Firenze dà l’ok: la salma di Dupasquier torna in Svizzera

Ha lasciato l’Italia la salma di Jason Dupasquier, il pilota svizzero di 19 anni morto domenica 30 maggio all’ospedale di Careggi, dove era stato ricoverato in gravissime condizioni dopo un incidente al Mugello durante la Q1 di Moto3 sabato 29. La partenza della salma da Firenze è avvenuta dopo quattro giorni di deposito alle Cappelle del Commiato in attesa del via libera della Procura di Firenze che ha aperto un fascicolo sull’incidente in pista.

LE INDAGINI DELLA PROCURA

—   Secondo quanto appreso, dall’esame esterno del cadavere compiuto dal medico legale e dalla ricostruzione della dinamica dell’incidente, effettuata attraverso numerosi video acquisiti dai carabinieri — tra cui anche riprese dall’alto — non sarebbero emerse al momento responsabilità. Alla curva Arrabbiata 2, una delle più impegnative a livello mondiale per la sua conformazione, il giovane pilota avrebbe perso l’equilibrio della moto finendo a terra e chi sopraggiungeva non avrebbe potuto fare nulla per evitarlo, così c’è stato l’incidente multiplo fra Dupasquier, il giapponese Sasaki e lo spagnolo Alcoba, rimasti fortunatamente illesi. Il pm ha ritenuto di non dover approfondire gli esami sulla salma del 19enne e ha dato il nulla osta alla famiglia, che potrà celebrare i funerali.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Moto/moto-3/04-06-2021/morte-jason-dupasquier-procura-firenze-libera-salma-pilota-svizzera-4101607510227.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: