Marc Marquez: “Vorrei fare come Ana Carrasco, qui non temo noie fisiche“

Marc Marquez: “Vorrei fare come Ana Carrasco, qui non temo noie fisiche“

È il sovrano incontrastato del Sachsenring. Per Marc Marquez la pista del GP di Germania è una roccaforte: lo spagnolo della Honda, infatti, per 10 anni di fila ha conquistato pole e vittoria. Prima in 125 (2010), poi in Moto2 (2011, 2012) e quindi in MotoGP (2013-2019) dove è imbattuto da 7 anni consecutivi. Magari la pista amica potrebbe aiutarlo a ritrovare l’antica competitività dopo il calvario dell’infortunio e la lenta ripresa ancora in corso.

POCO LOGORANTE

—   Marc lo spera: “Il layout di questa pista dovrebbe consentirci di essere più competitivi sul lato fisico, mi piacerebbe sfruttare questa cosa, attaccare e fare bene, ma non so se ci riuscirò. Di certo con tante curve a sinistra e solo tre a destra il Sachsenring è meno faticoso per spalla e braccio ed è il primo GP in cui non pensiamo di avere limitazioni sul piano fisico: sotto questo aspetto sono molto fiducioso”.

IL LAVORO C’È

—   I risultati stagionali non sorridono alla della Honda, ma Marc resta positivo: “Quest’anno per ora è deludente, dobbiamo valutare la situazione che non appare la migliore per noi perché tutte le nostre moto faticano - dice Marc -. Dal mio lato del box posso dire che non sono felice di come sto sulla moto e la moto non va ancora bene per me, ma lavoriamo tutti insieme per migliorare la prestazione e arrivare a fine stagione con buon pacchetto per essere top al 2022. Ora stiamo lavorando bene, Bradl ha fatto un ottimo lavoro, ma la stagione passata è stata strana e i rivali sono cresciuti molto”.

COME LA CARRASCO

—   La vittoria di Ana Carrasco, a Misano nella gara della Supersport 300, dopo un brutto infortunio, non è passata inosservata per Marquez: “Sono molto felice per lei, capisco cosa le sia successo ed è bello che sia tornata al successo dopo un lungo recupero e un brutto infortunio - dice Marc -. Lei si è allenata molto, se lo merita, è una cosa che le dà molta spinta e dà sicurezza pure a me: ma piacerebbe avere il suo stesso ritorno, ma la situazione è differente. Certo, prima della fine di stagione mi piacerebbe ottenere lo stesso risultato suo. In prova e sul giro riesco ad avere il mio ritmo, ma in gara non ce la faccio ancora: serve fare ancora un passo alla volta per riprendere, ma la strada è quella”.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Moto/moto-GP/17-06-2021/motogp-gp-germania-marc-marquez-vorrei-fare-come-ana-carrasco-qui-non-temo-noie-fisiche-4102059270008.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: