Marquez e tutti i suoi fratelli: “Tornerò più forte di prima”

Marquez e tutti i suoi fratelli: “Tornerò più forte di prima”

PRESENTATE TUTTE LE FORMAZIONI DELLE SQUADRE 2021 (MA NON POL ESPARGARO…). CELEBRAZIONI PER GAJSER, PER L’IMBATTIBILE BOU E PER IL RE DELLA DAKAR BRABEC. OGURA PROMOSSO IN MOTO 2, BAUTISTA E HASLAM “INCROCIANO LE DITA” IN SBK, E IL FRATELLINO ALEX …

Mario Salvini @chepalleblog 10 dicembre - Milano

La Honda si presenta. E per Honda si intende tutta la grande famiglia, con l’intera sua attività su pista e sugli sterrati. La casa giapponese ha allestito la consueta passerella delle sue squadre per la stagione 2021, ovviamente online, come richiede il periodo attuale. Una carrellata di piloti che hanno tutti ribadito le grandi difficoltà attraversate dai rispettivi campionati nel 2020, caratterizzati da calendari rimaneggiati e in un certo senso raffazzonati, eppure alla fine funzionanti, e buoni abbastanza da permettere a tutti di continuare a correre. Cosa di cui gli hondisti hanno ringraziato. Nell’introduzione delle sue squadre la stessa Casa ha definito “un po’ deludente” la stagione 2020 in MotoGP, dove Marc Marquez non ha potuto difendere il suo titolo. Ribadendo però l’intenzione di rifarsi subito nel 2021.

NIENTE POL ESPARGARO

—   In video non si è vista la gran novità, il personaggio che avrebbe dovuto essere il vero motivo di interesse di questa presentazione, ovvero Pol Espargaro. Motivi di contratto. Così tutta l’attenzione è andata su Marc Marquez, sorridente, come al solito. “Come sapete – ha detto - per me quella del 2020 è stata una stagione molto molto difficile, non solo per il virus ma anche per l’infortunio nella prima gara. Ma ora guardo avanti, e per il 2021 e sarà tutto diverso. Tornerò ancora più forte. Il team ha fatto esperienza e saremo tutti più forti. Ho avuto molti messaggi di incoraggiamento, per i quali ringrazio molto tutti: mi hanno fatto coraggio”.

ALEX, IL “BOCCIATO”

—   Sempre relativamente alla MotoGP si sono visti i due che nel 2021 saranno all’altro team Honda, quello gestito da Lucio Cecchinello. Con Takaaki Nakagami e soprattutto con Alex Marquez, il “bocciato”. “Sono stato due volte sul podio – ha detto il fratello minore di Marc - e ne sono stato molto soddisfatto. Ho avuto una grande opportunità. Non è stato un anno facile”. Tutto sommato soddisfatto anche il giapponese: “Ho avuto buoni risultati, con la pole ad Aragon e il 4° posto a Valencia. Penso e spero di poter fare meglio nel 2021.

OGURA PROMOSSO IN MOTO2

—   Prima sono sfilati i piloti delle serie minori: quindi Ai Ogura che ha detto: “Sono molto contento e spero di poter fare un passo avanti in Moto2 il prossimo anno”. Come compagno di squadra all’Honda Team Asia avrà il thailandese Somkiat Chantra, mentre in Moto3 la squadra sarà composta dal giapponese Yuki Kunii e dall’indonesiano Andi Farid Izdihar.

BOU E GAJSER ANCORA CAMPIONI

—   Prima di loro era stato il momento di tutti gli altri uomini Honda. A cominciare dai campioni, quindi prima di tutti dall’imbattibile Toni Bou, re del Trial, quest’anno arrivato a 28 titoli mondiali tra outdoor e indoor. “Il 2020 è stato difficile, per via del Virus, con una stagione più corta. Ma siamo pronti per un 2021 migliore, come sempre con due mondiali come obiettivo”. E cos’altro? Con lui anche il campione del motocross, lo sloveno Tim Gajser: “Il 2020 è stato fantastico, ne sono super soddisfatto”. E ci mancherebbe.

UN AMERICANO ALLA DAKAR

—   Spazio anche per Ricky Brabec che dopo 31 anni ha riportato la Honda a vincere la Dakar, primo statunitense di sempre a riuscirci. “Dài, torniamo alla Dakar, e conquistiamola”, ha proclamato in video. Con lui i compagni della squadra rally Joan Barreda, Kevin Benavides “molto contento per aver vinto l’Andalusia Rally” e José Ignacio Cornejo. Spazio poi anche per le squadre dell’AMA Motocross, quindi Ken Roczen (che ha chiuso 3°) e Chase Sexton: e dell’endurance che ad agosto ha trionfato nella 24 Ore di Le Mans. Ma ovviamente non c’era Freddy Foray, che lascia il team. C’erano invece Mike Di Meglio e Josh Hook, col il nuovo acquisto Yuki Takahashi.

BAUTISTA E HASLAM PER UN 2021 MIGLIORE

—   Infine i due della Superbike. Quindi Alvaro Bautista: “Quella del 2020 è stata una stagione difficile, perché avevamo un progetto nuovo, ma verso la fine abbiamo avuto buoni risultati e contiamo di migliorare nel 2021”. E Leon Haslam “Teniamo le dite incrociate e continuiamo ad avere la cima del podio come obiettivo per il 2021”.

10 dicembre 2020 (modifica il 10 dicembre 2020 12:09)

Fonte: https://www.gazzetta.it/Moto/moto-GP/10-12-2020/motogp-marquez-tutti-suoi-fratelli-honda-tornero-piu-forte-prima-3901564980267.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: