Marquez: “Potevo essere in seconda fila, ma per la gara ci sono. Meteo? Vorrei l'asciutto“

Marquez: “Potevo essere in  seconda fila, ma per la gara ci sono. Meteo? Vorrei  l'asciutto“

Scatterà dalla terza fila con l’ottavo tempo, ma per il GP di Stiria bisognerà bene fare i conti pure con lui: Marc Marquez è un po’ attardato dopo la qualifica del GP di Stiria, ma è ottimista: “Sono contento perché siamo cresciuti, mentre ieri non mi sentivo bene e quando succede anche la moto va male - dice lo spagnolo della Honda Hrc -. Abbiamo fatto un passo avanti per la gara e va bene”.

QUALIFICA, CHE FATICA

—   La qualifica per Marc pare l’osso più duro: “Stiamo lavorando con la Honda per il passo gara perché in qualifica mi sento peggio: con tanta gomma la moto è più aggressiva e faccio più fatica. In questa qualifica con la prima gomma nuova ho faticato un po’, mentre con la seconda mi sono sentito meglio - spiega Marquez -. Ero a mio agio e ho spinto troppo curva alla curva 3, per questo sono caduto: era una curva da 50 orari e mi sono detto che dovevo provarci. È stato un mio errore, ho frenato un po’ dopo, non ero troppo veloce, ma avevo margini per prendermi il rischio. Non ne avevamo abbastanza per provare la pole, ma la seconda fila era alla portata”.

MEGLIO L’ASCIUTTO

—   In vista della gara, con il meteo che prospetta pioggia, Marquez non ha però dubbi: “Sul bagnato faccio meno fatica, ma preferisco le condizioni asciutto: per me è più faticoso, ma è meglio per il prossimo week end. Ho un bel passo, la moto mi pare pronta, la gara sarà lunga, le Ducati paiono veloci ma possiamo stare lì davanti”.

LA PISTA E LE LINEE

—   Il Red Bull Ring non è un circuito semplice e Marc ne analizza così le difficoltà: “È una pista dura per il consumo delle gomme, che è uno dei più elevati del mondiale, e pure per le linee: se giri da solo è stretto e non hao grossi problemi, ma se sei in lotta con gli altri puoi perdere i riferimenti in frenata e andare largo sul verde è facile. In generale è una pista stressante perché è corta e con molti giri serrati in sequenza che non ti danno respiro. Con la pioggia? Potrebbe essere difficile e pericolosa se si creano dei rivoli di acqua in pista, ma se c’è una pioggia accettabile va bene”.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Moto/moto-GP/07-08-2021/motogp-gp-stiria-marc-marquez-potevo-fare-seconda-fila-420261208870.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: