MXGP R. Ceca, Gajser cade: Cairoli vince gara 2 e riapre il Mondiale. A Loket vince Prado

MXGP R. Ceca, Gajser cade: Cairoli vince gara 2 e riapre il Mondiale. A Loket vince  Prado

Con il 2° posto ottenuto in Repubblica Ceca, Antonio Cairoli ha completamente riaperto il Mondiale MXGP. Il 9 volte iridato ha vinto gara 2 del quinto round stagionale a Loket e si è portato a soli 11 punti dalla vetta della classifica. Che, prima della seconda manche, distava 30 lunghezze. Ora un gap minimo separa Tony dal leader Tim Gajser (Honda) grazie alla concretezza del siciliano ma anche per via della caduta del leader di campionato nella frazione conclusiva.

ASSO NELLA MANICA

—   Vincitore del GP è stato per la prima volta quest’anno Jorge Prado (Ktm). Impeccabile in gara 1, ha chiuso 3° quella successiva. Cairoli, dal canto suo, dopo il 6° posto nella prima heat, ha confermato che in questo momento la seconda manche è il suo asso nella manica. Dopo l’impresa di Oss nel round precedente, nella heat conclusiva di Loket ha lasciato l’holeshot a Prado per poi scavalcarlo nei metri immediatamente successivi. Tony inizialmente ha mantenuto un vantaggio di circa 2’’, incrementandolo nel corso della manche. Secondo di frazione (e 3° di giornata) Jeremy Seewer (Yamaha) che ha superato Prado al sesto dei 18 giri, subito dopo il colpo di scena più importante: la caduta di Tim Gajser (Honda), che su una breve sezione di waves è atterrato male venendo disarcionato dalla moto. Entrato ai box, è tornato in pista al 28° posto con oltre un minuto di ritardo da Cairoli e ha chiuso 15°. Lo sloveno ha così perso gran parte del vantaggio su cui poteva fare affidamento nella generale dopo gara 1. 5° di giornata Romain Febvre (Kawasaki), ora 4° in campionato a 20 punti da Gajser; buon 7° Alessandro Lupino (Ktm) mentre Ivo Monticelli (Kawasaki) si è distinto nella seconda manche con il quinto posto.

SENSAZIONI OPPOSTE

—   “Loket è una pista molto difficile, se non parti bene è dura recuperare – ha detto Cairoli a fine GP -. Come già successo a Oss, sono contrariato per come è andata la prima manche, però la seconda è andata molto bene. Il mio obiettivo è salire sempre sul podio e anche questa volta ci siamo riusciti, quindi sono molto felice sia per questo motivo che per avere ridotto il gap in classifica da Gajser”.

GUADAGNINI FA CENTRO

—   Mattia Guadagnini (Ktm) è stato il migliore di giornata tra le 250 cc, vincendo il Gran Premio con un 1° e un 5° posto di manche. Secondo successo stagionale per il veneto dopo il trionfo a Maggiora. L’azzurro ha vinto gara 1 rimanendo sempre in testa e senza commettere alcun errore. Nella seconda heat è rimasto al quarto posto per tre quarti di gara, poi al tredicesimo dei 18 giri ha commesso un errore mentre stava spingendo per entrare nella top 3. Gli è comunque bastata la quinta piazza di frazione per ottenere la vittoria di GP davanti a Maxime Renaux (Yamaha, 5° e 2°) – il quale nella generale lo precede di sole due lunghezze - e Thibault Beninstant (Yamaha, 9° e 1°), protagonista di una seconda heat che lo ha visto costantemente in testa. Tom Vialle (Ktm), 2° in gara 1, è caduto due volte in quella successiva ed è stato costretto al ritiro. “Sono contento per la vittoria - ha detto Guadagnini al termine del quinto round stagionale - ma dispiace per l’errore in gara 2. Mentre stavo forzando per agguantare il 3° posto, sono caduto senza riportare conseguenze fisiche”.

I RISULTATI

—   GARA 1 MXGP: 1. Jorge Prado (Ktm) in 35’10’’919, 2. Tim Gajser (Honda) + 0’’529, 3. Romain Febvre (Kawasaki) + 21’’968 GARA 2 MXGP: 1. Antonio Cairoli (Ktm) in 33’52’’869, 2. Jeremy Seewer (Yamaha) + 4’’369, 3. Jorge Prado (Ktm) + 7’’715 CLASSIFICA DI GIORNATA MXGP: 1. Jorge Prado (Ktm) 45 pt., 2. Antonio Cairoli (Ktm) 40 pt., 3. Jeremy Seewer (Yamaha) 38 pt. CLASSIFICA DI CAMPIONATO MXGP: 1. Tim Gajser (Honda) 194 pt., 2. Antonio Cairoli (Ktm) 183 pt., 3. Jorge Prado (Ktm) 177 pt.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Moto/motocross/25-07-2021/mxgp-r-ceca-gajser-cade-cairoli-vince-gara-2-riapre-mondiale-loket-vince-prado-4103046090684.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: