Petrucci, l’ultimo re d’Italia: “Il Mugello è libidine. Sul podio ho visto la vita davanti“

Petrucci, l’ultimo re d’Italia: “Il Mugello è libidine. Sul podio ho visto la vita davanti“

Giro d’Italia al volante di un furgone. Da Terni a Milano - per farsi trattare dal dottor Enrico Chieffo le ernie al collo rimediate cadendo nel test di Jerez 2020 -, e ritorno. E poi da Terni al Mugello, per l’appuntamento più importante della stagione. Tutto al volante di un Ford Transit perché la macchina, “la prima che ho acquistato”, puntualizza, è bloccata alla dogana. “Ho comprato una Dodge Challenger: 6.400 di cilindrata, ha il motore di un camion, è muscolosa, pesante, ignorante, fa rumore e consuma. Un’auto grossa e veloce, come me. Un po’ come il cane, che assomiglia al padrone”, ride di gusto Danilo Petrucci. L’ultimo vincitore del GP d’Italia, due anni fa con la Ducati. Danilo, dalla “Rumble in the Jungle” del Mugello, così si intitolava l’intervista che facemmo alla vigilia, era uscito nei panni di Ali. “Me la ricordo e aveva portato bene. Quella gara è stata davvero come l’incontro di Kinshasa, con quel sorpasso decisivo. Dovremo provare a fare la stessa cosa quest’anno”.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Moto/moto-GP/27-05-2021/petrucci-ultimo-re-d-italia-il-mugello-libidine-podio-ho-visto-vita-davanti-4101367582130.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: