Quartararo caduto: nessuna frattura ma servono altri esami

Quartararo caduto: nessuna frattura ma servono altri esami

IL FRANCESE DELLA PETRONAS SBALZATO DALLA MOTO DURANTE LE LIBERE 3: LA RADIOGRAFIA È NEGATIVA, MA IL MEDICO DELLA DORNA È CAUTO. “ALTRI ACCERTAMENTI PIÙ TARDI”. DOVREBBE PROVARE A GIRARE IN L4 E QUALIFICHE

Ha rischiato di costare caro a Fabio Quartararo il terzo turno di prove libere del GP di Aragon. Nonostante lo spostamento in avanti di un’ora delle prove per il troppo freddo, che manda in crisi i pneumatici che non riescono a raggiungere le corrette temperature di esercizio, correre con questo meteo rigido sta facendo prendere molti rischi ai piloti.

SCIVOLATE

Tante cadute ieri mattina, quando al freddo si aggiungeva un forte vento, meno ma comunque importanti anche oggi: quella di Andrea Dovizioso, andato giù all’improvviso alla curva 6, una destra in accelerazione dove la moto poco carica all’anteriore senza avvertimento è andata giù; soprattutto quella di Quartararo, che a 9 minuti dalla fine è caduto alla 14, una curva in discesa, anche questa una destra: andato forse leggermente largo sul cordolo, nel momento di rilasciare il freno e aprire il gas sulla sua Yamaha si è chiuso leggermente lo sterzo, con il leader del Mondiale che è stato sbalzato malamente in aria, atterrando duramente sull’anca sinistra. Dopo aver tentato di rialzarsi, senza riuscirci, Quartararo è stato prima trasportato in barella all’ambulanza e quindi al centro medico del circuito, dove è stato sottoposto ai primi accertamenti.

SOLO DOLORE

  Si temeva per l’anca sinistra (ieri invece cadendo nelle Libere 1 aveva sbattuto su quella destra), ma anche la radiografia alla quale è stato sottoposto ha dato esito negativo, escludendo qualsiasi tipo di frattura, ma con un trauma importante con abrasione al gluteo sinistro. “E a me quello che preoccupa soprattutto è l’ematoma – ha detto Angel Charte, il responsabile medico della Dorna - È stata una caduta forte, ora vedremo l’evoluzione cercando di curarlo con ghiaccio e antiinfiammatori, ma non escludo di fare altri esami più tardi”. Quartararo dovrebbe comunque tornare in sella più tardi per le quarte libere e soprattutto per le qualifiche. Vedremo con quale efficacia. Zoppicante e con l’aiuto di una stampella, Quartararo dall’ospedale del Motorland si è recato subito in Clinica Mobile per i primi trattamenti.

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: