Quartararo volta pagina: “Vinales? Non mi riguarda, penso solo a me e a vincere”

Quartararo volta pagina: “Vinales? Non mi riguarda, penso solo a me e a vincere”

Si avvicina il GP di Silverstone e i piloti della MotoGp scaldano i motori. Tanti gli argomenti all’ordine del giorno, dopo settimane in cui tra addii e ritorni, è stata riscritta la geografia del paddock. Proprio su uno dei temi più spinosi è stato chiamato in causa Fabio Quartaro: quello del suo ormai ex compagno di squadra, Maverick Vinales, pronto a testare già la sua Aprilia. E lo spagnolo non le ha mandate a dire. “La cosa non mi riguarda, io sono concentrato solo sul mo lavoro, non posso dire che sono triste per questa notizia, mi godo la mia storia. Questo è uno sport individuale, mi va bene qualsiasi compagno di squadra”, ha detto il pilota della Yamaha.

IL LEADER DEL MONDIALE

—   Archiviata la vicenda Vinales, Quartararo si è detto felice dell’ultimo GP in Austria e pronto ad incrementare il vantaggio sulla pista di Silverstone. “Qui due anni fa ho fatto solo una curva ma questo resta uno dei miei tracciati preferiti e lo stesso vale per la Yamaha. È una pista particolare, buona un po’ per tutti, visto che ci sono stati 6 vincitori diversi negli ultimi 6 anni, fare previsioni qui non è facile. Spero nel bel tempo, ci divertiremo di sicuro”. Infine una battuta sul suo recente test al simulatore F1. “Ho fatto una cinquantina di giri, è stato impressionante. All’inizio mi sentivo perso poi ci ho preso la mano e ho guidato bene, credo. Non nego che mi piacerebbe guidarne una un giorno, magari non per una stagione intera però, ma ora ho altri obiettivi, devo vincere il Mondiale”.

GLI INSEGUITORI

—   A mettere il bastone tra le ruote ci penseranno i soliti Bagnaia e Mir, appaiati al suo inseguimento. “Sono soddisfatto del lavoro fatto in Austria, la pioggia ci ha favoriti, alla fine è stata una delle mie gare migliori in MotoGP”, dice Pecco. Che poi continua: “Qui ho buone sensazioni, sono fiducioso, la pista mi piace anche se non siamo forti come Yamaha ma lotteremo per guadagnare altri punti e rendere ancora più divertente il finale. Io e Mir dobbiamo vincere se vogliamo accorciare in vetta, lui l’anno scorso ha ottenuto una sola vittoria ed ha comunque vinto il Mondiale, ma quest’anno sarà necessario trionfare in più gare”. Gli fa eco lo spagnolo: “Credo che vincere aiuti a vincere, serve al morale e a mettere sempre più pressione agli altri, ora che ci si avvicina alla fine della stagione”. Si tratterà di un ritorno a Silverstone per Mir che qui non corre dal 2018. “Qui siamo forti, ci ha vinto Rins su questa pista. Dovremo lottare con i più forti, essere veloci già da domani per trovare le sensazioni giuste e porre le basi per un weekend proficuo”.

VECCHI E NUOVI

—   A Silverstone ci saranno anche Crutchlow e Dixon, due storie diverse, con un pilota che è tornato e uno che debutta. “È bello essere di nuovo qui, con Yamaha e con il pubblico. Io darò il 100% come al solito, vedremo cosa riuscirò a fare”, ha detto il primo. Che poi torna sull’ultima gara, quella del suo ritorno: “Mi sono divertito, non è andata poi così male, sono tornato ad avere ottime sensazioni sulla moto, e ora siamo qui, su questa pista che conosco alla perfezione. Non dovrò più fare quei piccoli errori che ho fatto in Austria, ma sono convinto che farò ancora meglio”. Sarà una prima volta invece per Dixon che ha rivelato le sue emozioni. “È tutto fantastico, ringrazio chi mi ha concesso questa possibilità. Per me è un sogno che si avvera, non vedo l’ora, imparerò molto, sono pronto. Non ho dormito prima di venire qui, sono anche un po’ nervoso, non lo nego, poiché per me è tutto nuovo, darò tutto. È stata una stagione difficile per me fin qui, ma questa è un’opportunità che non potevo lasciarmi sfuggire”, ha detto il nuovo pilota Yamaha. La pista ci dirà se sarà solo la prima gara di una lunga carriera.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Moto/moto-GP/26-08-2021/motogp-silverstone-quartararo-vinales-non-mi-riguarda-penso-solo-me-vincere-parole-bagnaia-mir-ottica-mondiale-420742566177.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: