Rea, missione compiuta: finalmente ha la patente per moto

Rea, missione compiuta: finalmente ha la patente per moto

Felice e sollevato, con la tensione che scema pian piano dopo aver superato l’esame. Accade anche a chi vuole conseguire la patente di guida. Fa più effetto che davanti all’esaminatore non ci sia un neofita, ma un sei volte campione del mondo di Superbike. Jonathan Rea ce l’ha fatta: è riuscito a ottenere la patente di guida per le moto da strada. Un obiettivo che il re della Sbk si era posto da almeno un anno, poi posticipato anche a causa dell’emergenza Covid.

IL SOLLIEVO DI REA

—   Il nordirlandese ha un canale YouTube e nell’ultimo periodo, più che le gare, a preoccuparlo ci ha pensato il test di guida. Rea ha spiegato nel suo video in che cosa consisteva l’esame: “Ho dovuto effettuare lo slalom tra i coni, disegnare per due volte un otto, frenate di emergenza e sterzate a bassa velocità”. Un programma completo, preceduto dalla guida in mezzo al traffico. Jonathan è apparso molto attento e guardingo, soprattutto agli stop e negli incroci.

BILANCIO

—   Al termine dell’esame, Rea ha raccontato le sue sensazioni, confrontandosi anche con il suo esaminatore sull’andamento del test: “Nessun grande errore, solo piccole imprecisioni di cui avevamo già parlato”. Alla fine il sei volte iridato ha ammesso: “Oggi mi sono sentito meglio, l’ultima volta in cui mi ero messo alla guida mi sembrava di essere molto più stressato”. In ogni caso, missione compiuta. Un buon modo per prepararsi alla sfida di Assen, in programma dal 23 al 25 luglio.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Moto/Superbike/15-07-2021/sbk-jonathan-rea-ha-ottenuto-patente-le-moto-missione-compiuta-4102779548044.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: