Stoner: “Indimenticabili le nostre battaglie. Vale, ora goditi il futuro”

Stoner: “Indimenticabili le nostre battaglie. Vale, ora goditi il futuro”

Tante battaglie, in pista e fuori, tra sorpassi mozzafiato e qualche “stoccata” anche a motori spenti. Quella tra Valentino Rossi e Casey Stoner è stata una rivalità intensa, bruciante, che ha diviso i tifosi e a tratti ha assunto le caratteristiche di uno scontro frontale. Difficilmente sarebbe potuto essere altrimenti, visto che parliamo del confronto tra due dei piloti motociclistici più talentuosi di sempre. Diversi, certo, nella guida e nel carattere, nel rapporto con il pubblico e con tutte quelle incombenze che un pilota ha anche al di fuori dei cordoli. Ma accomunati da un unico scopo, quello di essere i migliori del Mondo, un obbiettivo che ovviamente non poteva che renderli nemici giurati.

“VALE, GODITI LA VITA!”

—   Potremmo dire che tra i due è finita in patta, anche se va detto che il talento di Southport ha deciso di abbandonare la partita anzitempo, quando la sfida sarebbe potuta esplodere in tutta la sua carica agonistica. Ieri, a molti anni dall’addio di Stoner, è arrivata anche la notizia ufficiale del ritiro di Valentino, un annuncio che non ha lasciato indifferente nemmeno il taciturno Casey. Che attraverso un messaggio sui social ha così commentato la decisione dell’avversario, riconoscendone l’indiscussa grandezza: “Sei stato senza dubbio uno dei miei più grandi rivali. I miei risultati in MotoGP hanno ancora più valore alla luce del fatto che ho corso contro di te, Valentino. Abbiamo battagliato duramente nel corso degli anni, e io ho imparato molto da te”. “Ti auguro di goderti il prossimo capitolo della tua vita”, ha concluso Stoner rivolgendosi direttamente a Rossi, “perché c’è ancora molto altro di cui godere”.

I DUELLI ROSSI-STONER

—   Tra i due non correva buon sangue, e né Rossi né Stoner hanno mai fatto nulla per nasconderlo, anche se adesso il due volte iridato australiano omaggia l’avversario con la sensibilità che l’ha sempre contraddistinto. Tra i momenti più caldi ci sono sicuramente il sorpasso di Laguna Seca 2008 e il disastroso contatto di Jerez 2011, conclusosi nei box con un “chiarimento” al sapore di veleno. Parlando di risultati possiamo dire che l’australiano si è aggiudicato il primo round, con la vittoria schiacciante del 2007 in sella alla Ducati, mentre l’asso di Tavullia si è ripreso la sua rivincita nei due anni successivi, con la doppietta che ha consegnato al marchigiano l’ottavo e il nono titolo iridato. Stoner ha poi vinto il secondo titolo nel 2011, questa volta ai comandi della Honda ufficiale.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Moto/moto-GP/06-08-2021/ritiro-valentino-rossi-casey-stoner-con-te-battaglie-indimenticabili-ora-goditi-futuro-420229660283.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: