Suzuki: l’oro di Jacobs, chef in cucina e il futuro lontano dal team Sic58

Suzuki: l’oro di Jacobs, chef in cucina e il futuro lontano dal team Sic58

È una puntata molto olimpica quella di questa settimana di MotoG-Podcast, il talk sul mondo della moto condotto da Paolo Ianieri e Zoran Filicic. Perché con quest’ultimo in collegamento da Tokyo, dove per Discovery+ sta seguendo i Giochi, l’ospite della settimana è il “padrone di casa” Tatsuki Suzuki, il pilota giapponese, anzi giapporiccionese come ama chiamarsi, del team Sic58 Squadra Corse impegnato in Moto3. “Le Olimpiadi le sto seguendo, la gara che mi ha emozionato di più sono stati i 100 metri vinti da Marcell Jacobs, ma i primi giorni ho guardato molto il surf – racconta -. Se potessi partecipare a un Olimpiade, la specialità che sceglierei è il decathlon, mi piace questa combinazione di sport dove devi riuscire a essere bravo in tutto”.

Si parla ovviamente del ritorno in pista questo weekend a Zeltweg (“Cinque settimane di stop sono troppe”) su una pista che Tatsu non ama troppo: “Non mi piace, ci sono solo 5 curve, non puoi fare mai la differenza, mentre amo Misano Adriatico e Austin”. E si parla del futuro: “A inizio stagione con Paolo (Simoncelli; n.d.r.) ci siamo detti che questo sarebbe stato l’ultimo anno assieme, ma ancora non so se nel 2022 sarò ancora in Moto3 o in Moto2”. Infine, una chicca culinaria, con Suzuki che rivela di essere un buon cuoco: “La mia specialità è il katsudon, che per noi giapponesi ha anche un significato speciale, visto che katsu vuol dire vincere. E infatti se guardate i dirigenti della Honda in F.1, prima di ogni gara mangiano il katsudon”.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Moto/moto-GP/04-08-2021/oro-jacobs-chef-cucina-futuro-lontano-team-sic58-motog-podcast-c-suzuki-420157827895.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: