Test a Barcellona, Rea: “Kawasaki da paura. Provate parti molto segrete!”

Test a Barcellona, Rea: “Kawasaki da paura. Provate parti molto segrete!”

Sono tre i team del Mondiale Superbike che, dopo il weekend di Most, sono scesi tra i cordoli del Montmelò di Barcellona per una due giorni di test sul tracciato catalano. Oltre alla squadra ufficiale Kawasaki – che gioca in casa, avendo il proprio quartier generale a una manciata di km dal circuito – sono presenti in pista anche i team Honda e Bmw, tutti impegnati nella messa a punto dei setup e nella valutazione di nuove componenti approntate per la seconda parte di Campionato.

PARTI SEGRETE

—   Più che soddisfatto, dopo il Day-1, il Campione del Mondo Jonathan Rea. Il pluri-iridato della Kawasaki è reduce da un weekend, quello ceco di Most, in cui è stato costretto a giocare in difesa, ma sembrano esserci tutti i presupposti per ritornare ad attaccare già dalla prossima gara: “È stato un test davvero positivo dato che fuori da un weekend di gara possiamo essere più rilassati, possiamo provare diverse parti che abbiamo in mente nel corso della stagione” ha spiegato ai microfoni di worldsbk.com. “Le condizioni sono state perfette, la pista era molto calda. Ciò ci ha permesso di capire il setup della moto per queste gare estive. Avevamo delle parti specifiche da provare e anche tutti i diversi aspetti della moto. Molto segrete! A fine giornata ho lavorato sulle partenze, ci sono alcune idee diverse in questo senso”. Soddisfatto anche il compagno di squadra Alex Lowes, che in Repubblica Ceca ha sofferto anche più di Johnny: “È stato bello guidare con queste temperature davvero elevate. Condizioni con le quali l’anno scorso ho fatto un po’ di fatica. Sono stato contento di aver avuto la possibilità di svolgere parte del test oggi. Avevamo quattro o cinque cose da provare e quindi siamo riusciti a concludere tutto il nostro lavoro. Oggi pomeriggio è stato un test abbastanza buono. Il mio feeling con la moto non era così male. Per me è stata una giornata positiva”.

HASLAM IN TESTA

—   A segnare il miglior tempo è stato però Leon Haslam, alfiere di casa Honda che si è preso la testa della classifica con un crono di 1’41.627. “Oggi per me è stata la giornata più positiva dell’anno, avevamo delle cose da provare, cose che hanno migliorato la moto e il mio feeling. Molto, molto positiva” ha raccontato Leon una volta abbassate le serrande dei box “Oggi la pista era molto calda, di solito per noi queste sono le condizioni peggiori, quindi avere un feedback positivo in queste condizioni… posso dire di essere davvero felice!”. Anche il suo compagno, lo spagnolo Alvaro Bautista, ha raccolto sensazioni positive a bordo della Cbr 1000 RR-R: “Penso che oggi sia stata una giornata positiva anche se le condizioni sono state impegnative, soprattutto stamattina dato che la pista era molto scivolosa. Le temperature sono state molto elevate ma abbiamo svolto tutto il programma che avevamo pianificato. Abbiamo provato tante cose interessanti soprattutto in relazione alla configurazione del telaio in modo da acquisire maggiori informazioni e per dare agli ingegneri la mia opinione sulle novità che hanno portato qui al test”.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Moto/Superbike/13-08-2021/sbk-test-barcellona-jonathan-rea-sulla-kaeasaki-provate-parti-molto-segrete-420416398456.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: