Valentino Rossi, tutto il suo universo: carriera, famiglia, vittorie, addio

Valentino Rossi, tutto il suo universo: carriera, famiglia, vittorie, addio

Il GP Valencia è stato l’ultimo capitolo di una storia che era leggenda già prima della parola fine: la gara conclusiva della carriera di Valentino Rossi, chiusa al 10° posto, ha certificato l’infinito abbraccio a un campione che ha travalicato i confini del suo sport, innalzandolo a livelli di popolarità impensabili. Qui, di seguito tutto quello che ha circondato la figura del nove volte iridato, che ha appeso il casco al chiodo a 42 anni ricevendo un tributo straordinario, sia da quelli sempre presenti al suo fianco, sia dai rivali con cui si è scontrato in carriera.

L’ANNUNCIO DELL’ADDIO

—   Valentino Rossi aspetta la pausa estiva per comunicare il suo futuro, anche se la decisione matura molto prima: è il 5 agosto 2021, in Stiria, quando annuncia che lascerà il motomondiale a fine stagione. Il mito che ha cambiato il motomondiale smette: la notizia era nell’aria, ma fa comunque un certo effetto.

LE GEMME IN CARRIERA

—   Immediatamente la mente torna alle tappe principali della sua sontuosa carriera: dalle vittorie più famose, con Montmelò 2009 (la più bella), Welkom 2004 (la più significativa), Laguna Seca 2008 (la più abbagliante); i sorpassi più celebri, dal Cavatappi a seguire; i suoi nove mondiali, unico ad aver vinto in 125, 250, 500 e MotoGP.

CIFRE ECCELLENTI

—   In carriera Rossi vanta numeri straordinari, come i 9 mondiali e i 115 successi, con uno stile di guida eccellente, anche duro, spigoloso e spietato, che adatta nel tempo per cercare di restare sempre ad alti livelli.

TAVULLIA E LA VR46

—   Il suo mondo però non si ferma alla pista: oltre che pilota Rossi spicca anche come imprenditore del brand VR46, nonché ideatore dell’Academy, del suo team in Moto3 e Moto2 e del prossimo sbarco in MotoGP. Da Tavullia, dove ha famiglia, amici e le radici, è arrivato in cima al mondo coinvolgendo il pubblico e attraendo a sé, ovunque, una marea gialla di tifosi al seguito.

LA PASSERELLA DI VALENCIA

—   Per lui l’ultima gara, a Valencia, dove ha ricordi amari, è una festa globale. Una lunga passerella, con un tributo sconfinato dopo l’arrivo: l’applauso ad acclamarlo in pista, la festa al suo box con amici, tecnici e rivali, la lettera di amore scritta dalla sua Yamaha M1, le sue parole di congedo (“Il ritiro è solo una scusa per fare casino”), le immagini più belle di una giornata indimenticabile, chiusa nel galà di fine stagione con la nomina di MotoGP Legend.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Moto/moto-GP/15-11-2021/valentino-rossi-carriera-vittorie-moto-futuro-parole-suo-addio-valencia-4202407659431.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: